Search
× Search
Salute. Cittadini (Aiop): “Risorse Dl Aiuti-ter insufficienti”
1456

Salute. Cittadini (Aiop): “Risorse Dl Aiuti-ter insufficienti”

La Presidente nazionale di Aiop Barbara Cittadini su Milano Finanza del 3 ottobre denuncia la carenza delle misure contenute del decreto legge.

Dopo oltre due anni di emergenza pandemica, la sanità resta una priorità assoluta, da tutelare e soprattutto da migliorare. Appare essenziale, al riguardo, riformare il Servizio Sanitario Nazionale, preservandone i caratteri di universalità, eguaglianza ed equità nell’accesso alle cure. Ma per raggiungere questi obiettivi è necessario investire molto, mettendo a punto progettualità concrete e un percorso reale di innovazione tecnologica. Secondo Barbara Cittadini  presidente nazionale di Aiop, l’Associazione italiana ospedalità privata, in questa prospettiva di sviluppo dell’ecosistema sanitario sarà “fondamentale fare leva con maggiore convinzione sulla partnership tra ospedalità pubblica e privata, per sostenere l’ospedale del futuro che dovrà garantire il diritto alla salute dei cittadini”.

La presidente di Aiop è intervenuta al convegno ‘Quale ospedale per il futuro’, organizzato da Class Editori in collaborazione con NExT Health, Healthware Group e PKE, nell’ambito dell’iniziativa ‘Best Italian Hospitals Awards 2022’, che premia le performance ottenute dalle strutture ospedaliere italiane. Tanti i temi affrontati nel corso dei lavori, durante i quali si è parlato, tra l’altro, dei cambiamenti in atto nel settore sanitario e di come il Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, sosterrà questo sviluppo, tra nuovi servizi territoriali e digitalizzazione.

“Finora non è stato fatto abbastanza per la sanità” ha sottolineato Cittadini, evidenziando, in particolare, come “le risorse stanziate con il Dl Aiuti-ter sono assolutamente insufficienti e penalizzano in maniera significativa le strutture di diritto privato del SSN. Il testo, nella versione oggetto di confronto istituzionale, prevedeva un contributo una tantum per le nostre strutture in proporzione al costo sostenuto nel 2022 per energia elettrica e gas. Inaspettatamente e incomprensibilmente, il decreto bollinato prevede, invece, un limite al contributo una tantum per le strutture di diritto privato pari allo 0,8% del tetto di spesa assegnato per l’anno 2022. Non possiamo non contestare questo ulteriore ‘tetto’ – ha aggiunto la presidente di Aiop – che discrimina, una volta ancora, le strutture di diritto privato del SSN, che al pari di quelle di diritto pubblico erogano prestazioni per i cittadini. Un limite che rende drammaticamente insufficienti gli aiuti concessi in un periodo di grande difficoltà, vanificando un riconoscimento che diventa teorico”.

 

 

Cliccando su questo LINK  potete leggere l'articolo completo 

Previous Article Riforma Irccs: a rischio l'autonomia giuridica e gestionale degli Istituti di diritto privato
Next Article Aiop partecipa ai Best Italian Hospitals Awards 2022: caro energia insostenibile
Copyright 2024 by Aconet srl
Back To Top