Search

AiopMagazine n° 10 - ottobre 2018
amministratore aiop
/ Categorie: AiopMagazine, 2018

AiopMagazine n° 10 - ottobre 2018

Le nostre strutture al servizio del Paese

 

 Scarica in PDF

 

 

editoriale - di Barbara Cittadini

La Nota di aggiornamento del Def, pubblicata recentemente, pone nuovamente in evidenza l’andamento della spesa sanitaria che, ancorché registri un lieve incremento, in termini assoluti, non è sufficiente a tranquillizzare gli italiani. La spesa passa, infatti, dai 115,818 miliardi previsti per il 2018 dall'ultimo Def, licenziato dal Governo Gentiloni, ai 116,331 miliardi indicati nella Nota di aggiornamento diffusa in questi giorni. Questo importo non riuscirà a preservare a e custodire il sistema universalistico e solidaristico, che è proprio del nostro ordinamento. Di fronte ai numeri, occorre fare due ordini di ragionamenti: il primo più ampio, che guardi all’andamento del Paese, il secondo più analitico, che abbia attenzione alle peculiarità dell’assistenza sanitaria. Analizzando la situazione della nostra economia, l’andamento della spesa sanitaria va letto sul medio-lungo periodo. Per comprendere meglio, e tralasciando, per ora, un’analisi di dettaglio basta pensare che nel 2019 la sua incidenza sul Pil potrebbe passare dal 6,6% al 6,5%, con un ulteriore diminuzione nel 2020. Osservando l’andamento degli ultimi anni, è incontrovertibile che la riduzione delle risorse è andata di pari passo con una serie di irrisolte criticità nella governance dei sistemi sanitari regionali, con una correlata ricaduta sulla rete di aziende di diritto pubblico e privato accreditato, le cui reali potenzialità sono, per altro, rimaste inespresse. Considerato l’andamento economico del Paese, pensare ad orizzonti ottimistici di incremento della spesa nei prossimi anni, appare essere assolutamente irrealistico. È immaginabile, quindi, lo scenario che abbiamo davanti, con tutte le sue possibili conseguenze, non solo dal punto di vista economico ma, anche, sociale. Con un decremento progressivo della spesa pubblica, senza soluzioni compensative, non potremo che assistere ad una corrispondente erosione del sistema di welfare sanitario, con ogni probabilità aggravata da crescenti disparità territoriali e rilevanti effetti negativi dal punto di vista dell’universalità e dell’equità. Condizione che determinerà, ineluttabilmente, una generale contrazione delle prestazioni e una acuta sofferenza sociale. Prospettiva realistica e resa già evidente dalle criticità rilevate rispetto al fenomeno delle liste d'attesa, puntualmente registrate dal Ministero. Qual è, rispetto a tutto questo, la posizione di Aiop? É necessario partire da un dato di fatto. La presenza in Italia di una grande rete di erogatori ospedalieri di diritto privato rappresenta un vantaggio rilevante per il Ssn e una riserva di operatività nell’eventualità di crisi produttive nel comparto a gestione pubblica. Ma questo non basta. Occorrono, infatti, politiche sanitarie realmente adeguate dal punto di vista programmatorio e finanziario, con un approccio di “ampio raggio” che possa consentire alla rete Aiop, anche integrata da altri operatori ospedalieri di diritto privato, a garantire l’universalità delle prestazioni. Questo, anche, tenendo conto della nostra capacità di essere flessibili, di saper adattare le nostre organizzazioni alle esigenze, di rispondere alle emergenze. La Nota del Def, come rappresentanti della sanità privata accreditata, non riesce a fugare le nostre preoccupazioni, perché abbiamo assistito, per un periodo troppo lungo, a un definanziamento, di fatto, della sanità in Italia, ma, avendo rilevato, in alcune recenti comunicazioni del governo, elementi di novità, auspichiamo che i prossimi provvedimenti possano, invece, essere finalizzati a garantire quei livelli necessari a preservare il sistema, con le caratteristiche che lo hanno reso uno dei migliori in Europa. Responsabilmente poniamo le nostre potenzialità e le nostre strutture a disposizione al servizio del Paese.

Previous Article AiopMagazine n° 09 - settembre 2018
Next Article AiopMagazine n° 11 - novembre 2018
Print
2833

Comments are only visible to subscribers.

Name:
Email:
Subject:
Message:
x
IL FOGLIO DEI SOCI AIOP - MENSILE - SPEDITO VIA POSTA A TUTTI GLI ASSOCIATI AIOP

Redazione

Direttore Responsabile
Gabriele Pelissero
Direttore Editoriale
Filippo Leonardi
Coordinamento
di Redazione
Fabiana Rinaldi
Redazione
Angelo Cassoni, Patrizia Salafia, Alberta Sciachì, Andrea Albanese, Andrea Ortolani, Annagiulia Caiazza
Segreteria operativa
Sonia Martini, Stefano Turchi
Progetto Grafico
e impaginazione
Andrea Albanese
Autorizzazione
Tribunale di Roma
n. 533 del 23/12/2003
Editore
Aiop, via Lucrezio Caro, 67
tel.
06 3215653
email
f.rinaldi@aiop.it

NELLA RETE

Aiop Giovani
AiopTV

Uehp
European Union
of Private Hospitals

F.I.S.O.P.A.
Federazione Italiana;
Società Scientifiche
Ospedalità Privata Accreditata

CONTATTACI

Associazione Italiana Ospedalità Privata
Via Lucrezio Caro, 67
00193 Roma
Tel. 06 3215653
Fax 06 3215703
C.F. e P.IVA: 80202430585
     

Cookie PolicyPrivacyCopyright 2016 by AIOP - Powered By
Back To Top