Search
× Search
3° Convegno Nazionale AIOP Giovani, RM 2006
13016

3° Convegno Nazionale AIOP Giovani, RM 2006

ROMA, 26 MAGGIO 2006

Il nostro sistema sanitario, come peraltro quelli di tutti i paesi sviluppati, si trova ad affrontare il problema della soddisfazione di crescenti bisogni assistenziali con una quantità di risorse disponibili limitata per definizione.

Tale situazione implica la necessità di valutare l'appropriatezza delle procedure diagnostico-terapeutiche, delle tecnologie da utilizzare nell'assistenza e dei modelli organizzativi, con l'obiettivo di individuare l'allocazione ottimale delle risorse disponibili.

Una possibile risposta all’annosa questione del disallineamento tra i bisogni di salute e le risorse per soddisfarli, arriva da quell'area di ricerca conosciuta come Health Technology Assessment (HTA) – Valutazione delle Tecnologie Sanitarie ; tale area svolge una importante funzione di supporto alle decisioni ai diversi livelli del sistema (macro, meso e micro) nelle che riguardano l’introduzione di apparecchiature elettromedicali, terapie farmacologiche, procedure e servizi all’interno dei sistemi e delle strutture sanitarie, valutandone le implicazioni cliniche, economiche e organizzative.

L’Health Technology Assessment, nell’attuale complesso contesto in cui sono chiamate ad agire le aziende sanitarie, si profila pertanto come uno strumento utile per i decision makers.


La valutazione delle tecnologie sanitarie è la complessiva e sistematica valutazione multidisciplinare (descrizione, esame e giudizio) delle conseguenze assistenziali, economiche, sociali ed etiche provocate in modo diretto e indiretto, nel breve e nel lungo periodo, dalle tecnologie sanitarie esistenti e da quelle di nuova introduzione. Tradizionalmente, essa rappresenta il ponte tra il mondo tecnico-scientifico e quello dei decisori.

A livello internazionale, la valutazione delle tecnologie sanitarie è una pratica diffusa da decenni. La Rete internazionale delle agenzie di valutazione delle tecnologie sanitarie (International Network of Agencies for Health Technology Assessment - INAHTA) raccoglie le decine di organizzazioni che nel mondo si occupano in modo specifico e sistematico di questo tema. La Società internazionale di valutazione delle tecnologie sanitarie (Health Technology Assessment International - HTAi) collega sul piano professionale tutti coloro che si occupano di questo tema nelle università, nei sistemi sanitari, nell’industria e nel volontariato. La Commissione Europea ha più volte riconosciuto l’importanza della valutazione delle tecnologie sanitarie ed è quindi nata la Rete Europea per la valutazione delle tecnologie sanitarie (European Network for Health Technology Assessment - EUnetHTA), che coordina gli sforzi di 35 organizzazioni europee.

Le esperienze italiane di valutazione delle tecnologie sanitarie si sono sviluppate solo negli ultimi anni e non esiste una specifica agenzia nazionale di valutazione delle tecnologie, anche se molte attività vengono comunque svolte da singole organizzazioni, nazionali, regionali o locali, che si trovano di fronte alla necessità di decidere se introdurre o meno nuove tecnologie sanitarie.


Le metodologie e gli strumenti di Health technology assessment adottate al livello di organizzazioni sanitarie promettono di supportare le decisioni manageriali di investimento nella tecnologia biomedica innalzando il livello di efficienza ed efficacia del processo di adozione della nuova tecnologia per le organizzazioni pubbliche e private.


L’incontro si prefigge l’obiettivo di presentare i principi, i metodi, gli strumenti e le esperienze di health technology assessment a livello internazionale e nazionale.

Quale approccio il nostro paese sta adottando in questo campo? In che modo le diverse Regioni affrontano (se lo fanno) il problema della valutazione delle tecnologie? In che modo i metodi dell’HTA possono essere utilizzati per supportare le decisioni di investimento in tecnologia per le strutture pubbliche e private? In quale maniera l’HTA può adattarsi al contesto dell’ospedalità privata?

Questi sono alcuni dei quesiti ai quali il workshop intende fornire una risposta.


PROGRAMMA PROVVISORIO

16.00 Benvenuto

Pres. Averardo Orta

AIOP Giovani

16.15 Introduzione al tema

Americo Cicchetti, Professore straordinario di Organizzazione Aziendale, Università Cattolica del S. Cuore, Facoltà di Economia, Roma.

16.45

Finn Borlum Kristensen, Presidente International Network of Agencies of Health Technology Assessment

HTA: an international perspective

Oppure

Laura San Pietro Colom, Direttore CCOHTA, Ministero della Salute della Catalogna, Barcellona

17.15

Carlo Favaretti, Direttore Generale Azienda Provinciale di Trento

L’evoluzione dell’HTA in Italia

Oppure

Aldo Mariotto, Direttore Medico, Asl Azienda Socio Sanitaria n. 2 Isontina

Oppure

Marina Cerbo, Dirigente dell’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali

17.45

Marco Marchetti, Responsabile dell’Unità di Valutazione delle Tecnologie

L’hospital based HTA: evoluzione ed esperienze in corso

18.15

Tavola rotonda con esponenti Aiop

Dibattito e Conclusioni
Previous Article Roma 2006
Next Article numero 3/2006 - giugno
Comments are only visible to subscribers.
Copyright 2024 by Aconet srl
Back To Top