22

gen

2015

Caso Avastin. Per l'Antitrust "è discriminatorio escludere i centri privati da somministrazione"

L'AGCM ha sollevato criticità concorrenziali

Permettere l'utilizzo del farmaco Avastin per la cura delle patologie visive solo alle strutture pubbliche, ma non a quelle private da' luogo ad "una ingiustificata discriminazione tra strutture pubbliche e private". Lo mette nero su bianco l'Antitrust, che nell'ultimo bollettino bacchetta l'Aifa e prende nuovamente posizione su una vicenda, quella di Avastin e Lucentis, che negli ultimi due anni e' salita più volte agli onori delle cronache, soprattutto dopo la maxi multa comminata proprio dall'Autorità garante della concorrenza ai due colossi farmaceutici La Roche e Novartis per aver fatto cartello per ostacolare la vendita del farmaco antitumorale Avastin per la cura della vista, favorendo invece quella di Lucentis, che costa 10 volte tanto.

21

gen

2015

Il Tar di Sicilia accoglie il ricorso dell'Aiop

C'era un errore di calcolo e la riduzione incideva solo sui privati. Secondo il Vice Presidente nazionale Aiop e Presidente Aiop Sicilia, Barbara Cittadini: "Registro, non senza soddisfazione, la sentenza del Tar. Mi auguro che possa costituire presupposto e nuova base per la programmazione della rete ospedaliera regionale. Affinché questa possa, finalmente, essere impostata su una reale e virtuosa collaborazione tra amministrazione e operatori del settore ed abbia come unico obiettivo quello di garantire ai siciliani un sistema sanitario efficiente e di qualità".

15

gen

2015

EVENTI - Le strutture ospedaliere e la nuova normativa antincendio

1° Convegno nazionale antincendio

Nel corso del 2014 il dibattito sulla normativa antincendio ha subìto un’accelerazione e nuove disposizioni riguardanti specificamente le strutture ospedaliere stanno ultimando la loro fase di definizione presso i competenti uffici ministeriali.

La Sede nazionale Aiop è stata ben lieta, quindi, di offrire il proprio patrocinio al 1° Convegno Nazionale sul tema “Le strutture ospedaliere e la nuova normativa antincendio”, che si terrà a Roma, al mattino di giovedì 29 gennaio p.v., presso il Boscolo Exedra Hotel in Piazza della Repubblica, 47

30

dic

2014

E' on line AiopMagazine numero 12

Il mensile degli associati Aiop: leggilo on line o chiedi di riceverlo per posta dove vuoi. In questo numero: la lettera dell'Aiop a Renzi, dal Rapporto Aiop una ricetta per recuperare efficienza, un bilancio europeo sulle iniziative per la sanità, la nuova pubblicazione IBL Competizione, sostenibilità e qualità e molte notizie regionali dalle sedi Aiop.
Di fronte alla bozza di Legge di Stabilità 2015, che prevede un taglio di trasferimenti alle Regioni di 4 miliardi, il Presidente nazionale Aiop, Gabriele Pelissero, in una lettera indirizzata al Premier Matteo Renzi, ai Ministri della Salute Beatrice Lorenzin e dell'Economia e Finanze Pietro Carlo Padoan, denuncia come un consistente taglio del finanziamento per il sistema sanitario regionale riguarderebbe ancora una volta il privato accreditato.

18

dic

2014

L'Aiop si appella a Renzi

Sui privati bisogna evitare tagli sbagliati e ingiusti

Il Presidente Gabriele Pelissero a nome dell'Aiop, in una lettera indirizzata al Premier Matteo Renzi, ai Ministri della Salute Beatrice Lorenzin e dell'Economia e finanze Pietro Carlo Padoan, al Vice ministro dell'Economia e Finanze Enrico Morando e ad Antonio Azzollini, Presidente della Commissione Bilancio del Senato, denuncia come un consistente taglio del finanziamento per il sistema sanitario regionale riguarderebbe ancora una volta il privato accreditato. Pelissero esprime la "viva preoccupazione, diffusa in migliaia di aziende ospedaliere e ambulatoriali di diritto privato che operano all'interno del Ssn", per una proposta che sarebbe "ingiusta e sbagliata. Sbagliata perché colpisce gli operatori che costano meno (il 15% della spesa ospedaliera a fronte del 25% delle prestazioni erogate) e che raccolgono il più alto livello di soddisfazione e consenso da parte dei cittadini che ad essi si rivolgono.

15

dic

2014

On line il video dello Study tour in Canada

Ogni anno più di 35 milioni di persone scelgono il Canada per godere delle opportunità che questo Paese è in grado di offrire. Oggi è uno tra i più ricchi Paesi al mondo, rinomato per le libertà civili, la qualità della vita, la libertà economica e l’istruzione….Un Paese a dir poco sbalorditivo! L’11°simo Study tour dell’Aiop Giovani si è svolto in Canada, grazie alla collaborazione offerta dal Canadian College of Health Leaders. Anche in quest’occasione, la delegazione di 25 giovani imprenditori della sanità italiana, guidata dal Presidente Domenico Musumeci, ha portato a termine con successo l’esperienza formativa oltreoceano. Con conferenze, forum di discussione, dibattiti e confronti tra i giovani imprenditori dell’Aiop, vari stakeholders e managers delle eccellenze sanitarie canadesi, sono stati compiuti i primi passi per la realizzazione di un ponte di conoscenza, confronto e collaborazione tra i due sistemi sanitari.

11

dic

2014

Il 12° Rapporto Ospedali&Salute sulla stampa

Con gli interventi di Gabriella Muscolo componente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, di Tonino Aceti del Tribunale per i diritti del malato e di Alberto Mingardi dell’Istituto Bruno Leoni, mercoledì 10 dicembre presso la Camera dei Deputati a Roma, Gabriele Pelissero e Nadio Delai di Ermeneia hanno presentato il 12° Rapporto "Ospedali&Salute". In allegato la rassegna dei maggiori organi d'informazione della carta stampata e dei quotidiani online che sino ad oggi sono intervenuti sul tema.

5

dic

2014

Quale "exit strategy" dai commissari

di Enzo Paolini e Ettore Jorio - A seguito delle recenti elezioni regionali sono in via di insediamento i nuovi rispettivi governi. Gli stessi dovranno fare i conti con una sanità che va, comunque e ovunque, riorganizzata alla luce dei tagli in lista d'attesa, della verosimile insostenibilità alle attuali condizioni gestorie e della ineludibile sottoposizione della medesima ad una imponente revisione della spesa (Cottarelli dixit). Un onere che la politica dovrà assumersi, più difficile da sostenere specie nelle regioni ove la qualità assistenziale lascia a desiderare. Invero, con una sanità alla ricerca di una rivisitazione normativa (la vera spending review passa per le riforme strutturali!), ma soprattutto bisognosa di ritrovare una sostenibilità perduta da decenni, il compito specifico dei nuovi governatori sarà gravoso, ancorché differenziato.
RSS
12345678910 Ultimo