16

ott

2014

Il centesimo numero di Informaiop, la newsletter degli associati Aiop

100 numeri della nostra newsletter settimanale Informaiop significano anche 100 settimane di puntuale lavoro, in cui sono state raccolte ed elaborate informazioni ed approfondimenti del nostro settore. Circa due anni di lavoro e oltre 2.000 articoli e contributi sono stati pubblicati ogni settimana.
Dal primo numero di Informaiop abbiamo coinvolto molti autori e collaboratori, anche delle varie Sedi regionali Aiop, che con dedizione hanno contribuito alla formazione del bagaglio informativo messo a vostra disposizione, che speriamo abbia arricchito le vostre conoscenze, permettendovi di rimanere sempre in contatto con l’Associazione e con le sue attività. Bene, allora possiamo soffiare forte sulle candeline di questo numero 100. E spegnerle.

9

ott

2014

Online il nuovo portale Aiop Giovani

L'Aiop Giovani presenta una grande novità: è on line il nuovo portale www.aiopgiovani.it.
Il nuovo sito oltre ad ampliare i servizi del precedente è perfettamente integrato con il portale dell'Aiop e con tutti i social network per consentire una maggiore diffusione delle notizie e la condivisione di fatti rilevanti, eventi, iniziative e study tour anche all'esterno dell'Associazione. Tra le potenzialità previste della piattaforma c'è quella di creare una rete di comunicazione sia tra AIOP e associati, sia degli associati fra loro, strutturata come un social network, anche con possibilità di videoconferenze.

3

ott

2014

231 Day

Approvazione delle Linee Guida Aiop DLgs 231/2001

Il Ministero di Giustizia ha espresso il giudizio di idoneità sulle Linee Guida Aiop, confermando l'impegno dell'Associazione per la tutela economico-amministrativa delle strutture associate. Per rispondere ad eventuali quesiti, abbiano organizzato il 231 Day, pertanto il prossimo 14 ottobre, dalle ore 9.30 alle ore 12.30, l'avvocato Roberto Cursano della Baker & McKenzie di Roma, che ha curato il lavoro di aggiornamento e di integrazione del testo, sarà a disposizione degli associati negli uffici della Sede nazionale.

25

set

2014

Patto per la Salute a rischio?

Ora il Governo rischia di battere ogni record. Sono passati appena due mesi dalla faticosa intesa realizzata con le Regioni per il Patto per la salute 2014-2016. Abbiamo apprezzato il certosino lavoro del Ministro Lorenzin per delimitare e “porre in sicurezza” il SSN, a condizione di avere un quadro di risorse stabile nel triennio. E’ stato un lavoro impegnativo iniziato nel 2012 e d’improvviso cambia il quadro macroeconomico si prospetta un ulteriore taglio di 3 miliardi di euro da riscuotere subito dal fondo sanitario.

17

set

2014

Potenziamento della Sede nazionale e delle sue attività

La Sede nazionale ha ripreso la sua attività consapevole che i cantieri aperti alla vigilia della pausa estiva – su tutti il Patto per la salute dello scorso 10 luglio e il testo ad emendandum del Regolamento sugli standard della rete ospedaliera del 5 agosto – richiederanno un grande impegno di vigilanza e di proposta.

11

set

2014

La conferenza delle Regioni si è pronunciata sulla fecondazione eterologa

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome è giunta all’approvazione unanime delle Linee Guida in materia dirette alle strutture pubbliche, private accreditate o non, con lo scopo di renderne omogeneo l’accesso in tutte le regioni.

4

set

2014

Doccia fredda sulla “Schengen sanitaria”?

Il titolo tratto da un articolo pubblicato di recente su “Il Sole 24ore” è affermativo, ma inserire un punto di domanda si è rivelato opportuno, esaminando più approfonditamente la questione sollevata presso la Corte di giustizia europea da un Tribunale della Romania. I fatti riguardano la richiesta di rimborso di una cittadina di quel Paese, che ha scelto di ricevere un intervento di cardiochirurgia in Germania ed ha poi chiesto il rimborso della spesa sanitaria sostenuta alle autorità competenti del suo Stato di residenza.

31

lug

2014

Patto per la Salute: molto è stato fatto, molto c'è da fare

Editoriale - di Gabriele Pelissero

Non é stato un parto facile quello del Patto per la salute 2014-2016. Per mesi é stato al primo punto all'ordine del giorno di governo e incontri Stato-Regioni. É un Patto che trae origine da uno dei periodi piú neri del Ssn, il triennio 2011-2013, quello che consegneremo alla storia come il periodo dei "tagli orizzontali" alla sanità, circa 30 miliardi sottratti al welfare piú che agli sprechi. Una prima analisi del nuovo documento e del testo del regolamento sugli standard della rete ospedaliera deve partire da questa origine storica se vogliamo coglierne le finalità e operare con intelligenza nel nuovo contesto.
RSS
12345678